Come creare un utente non root sul tuo Ubuntu 18.04 VPS o server dedicato

Se stai ruotando un nuovo server Ubuntu 18.04, potresti dover creare un nuovo utente non root con privilegi sudo. La registrazione sul server Linux come root non è una buona pratica perché un singolo pasticcio può cancellare l’intero server.


La creazione di un nuovo utente con autorizzazioni sudo consente di eseguire attività di amministrazione con privilegi elevati solo quando necessario. Inoltre, la maggior parte degli amministratori ritiene più sicuro disabilitare il login root perché può essere potenzialmente pericoloso se la password del server è compromessa.

Quindi, oltre a proteggere il tuo server Ubuntu 18.04 con le chiavi di autenticazione, dovresti creare un nuovo utente con i privilegi di sudo. Aggiungi solo gli utenti a cui desideri eseguire attività amministrative nel gruppo sudo.

Sudo è l’acronimo di “superuser fare“Ed è semplicemente un programma che consente a un utente attualmente connesso di eseguire programmi con i privilegi di un super amministratore. In questa guida, ti mostreremo come farlo sul tuo computer VPS che esegue il sistema operativo Ubuntu 18.04.

Prerequisiti

  • Ubuntu 18.04 VPS
  • Accesso root alla tua macchina Linux

Nota speciale: le recensioni di hosting di HostAdvice ti consentono di consultare migliaia di utenti prima di acquistare un piano di hosting. Se stai cercando di acquistare un piano VPS Ubuntu, consulta le recensioni di hosting VPS o le recensioni di hosting Linux.

Passaggio 1: connettersi al server

Prima di creare il nuovo utente, è necessario connettersi al server. Puoi usare Putty se stai usando Windows o qualsiasi altro strumento da riga di comando che consenta connessioni sicure tramite SSH. Ricorda che avrai bisogno dell’indirizzo IP pubblico del tuo server e della password dell’utente root.

Passaggio 2: aggiungere il nuovo utente

Una volta che sei connesso al server. Esegui il comando adduser per creare il tuo nuovo utente. Nota che puoi anche usare il comando useradd compilato in modo binario nativo, ma è meno intuitivo del comando adduser di script Perl.

Quindi, su una finestra del terminale, digitare quanto segue:

$ sudo adduser

Ricorda di sostituire il nome utente con il nome preferito del tuo nuovo utente. Ad esempio, se si desidera aggiungere un nuovo utente chiamato “james”, la sintassi dovrebbe essere:

$ sudo adduser james

Ti verrà richiesto di inserire una password per il nuovo utente, Nome completo, Numero di camera e dettagli del telefono. Puoi premere accedere se non vuoi inserire un valore. Quindi premere Y quando viene richiesto di confermare i dettagli come mostrato di seguito:

Si noti che se viene rilevato un duplicato, verrà visualizzato l’errore riportato di seguito:

useradd: l’utente esiste già

Passaggio 3: aggiungere il nuovo utente al gruppo sudo

Il tuo nuovo utente sopra è creato con privilegi regolari e se provi a eseguire qualsiasi attività sudo, otterrai un errore del tipo: “james non è nel file sudoers. Questo incidente verrà segnalato. ” Al fine di consentire all’utente di svolgere attività amministrative, ad es. riavviando il server, creando nuovi utenti o installando applicazioni, è necessario eseguire il comando seguente:

$ sudo usermod -aG sudo james

Ricorda di sostituire “james” con il nome utente che hai creato sopra. Il tuo nuovo utente dovrebbe essere aggiunto con successo al programma sudo.

Passaggio 4: test del nuovo utente

Possiamo usare il su comando sul nostro server Ubuntu 18.04 per passare al nuovo utente che abbiamo creato sopra; su è un acronimo di utente sostitutivo. Consente all’utente attualmente connesso di modificare la sessione senza prima disconnettersi.

Per fare ciò, eseguiamo il comando seguente:

$ su – james

Produzione:

Puoi provare a eseguire un comando come sudo dpkg-reconfigure tzdata per vedere se il tuo nuovo utente può eseguire attività amministrative.

Produzione

Se vedi l’output sopra, il tuo nuovo utente è stato aggiunto con successo all’elenco dei sudoer.

Conclusione

La creazione di un utente non root con privilegi sudo non è complicata se si seguono i passaggi precedenti. Ciò fornirà un modo più sicuro per gli amministratori del server Ubuntu 18.04 di svolgere attività minimizzando potenziali pericoli. Anche l’esecuzione di attività come utenti non root è molto utile quando il tuo server diventa attivo perché rende più difficile l’accesso ai file critici ai programmi dannosi. Ricorda, puoi creare più utenti sudo se necessario ripetendo la procedura sopra.

Dai un’occhiata ai primi 3 servizi VPS:

Hosting A2

Prezzo di partenza:
$ 5.00


Affidabilità
9.3


Prezzi
9.0


Di facile utilizzo
9.3


Supporto
9.3


Caratteristiche
9.3

Leggi le recensioni

Visita A2 Hosting

ScalaHosting

Prezzo di partenza:
$ 12.00


Affidabilità
9.4


Prezzi
9.5


Di facile utilizzo
9.5


Supporto
9.5


Caratteristiche
9.4

Leggi le recensioni

Visita ScalaHosting

Hostinger

Prezzo di partenza:
$ 3.95


Affidabilità
9.3


Prezzi
9.3


Di facile utilizzo
9.4


Supporto
9.4


Caratteristiche
9.2

Leggi le recensioni

Visita Hostinger

Articoli How-To correlati

  • Come installare Apache Cassandra su un Ubuntu 18.04 VPS o server dedicato
    intermedio
  • Come installare Apache, MySQL & PHP su Ubuntu 18.04 VPS o server dedicato
    intermedio
  • Come configurare SSH per Ubuntu 18.04 VPS o server dedicato
    intermedio
  • Come ospitare più siti Web su un Ubuntu 18.04 VPS o server dedicato
    intermedio
  • Come installare un certificato SSL autofirmato sul tuo Ubuntu 18.04 VPS o server dedicato
    intermedio
Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me